Casa del futuro: rinnovabili ed efficienza i due perni

Casa del futuro: rinnovabili ed efficienza i due perni

5 Luglio 2018 0 Di admin5758

Nel corso degli ultimi tempi, si sente sempre più di frequente parlare di come potranno essere le abitazioni del futuro e della necessità di sfruttare il più possibile delle forme di energie alternative, ma soprattutto pulite, che possano ridurre al massimo i rischi derivanti dall’inquinamento dell’ambiente in cui ci troviamo.

La tecnologia sta sicuramente dando una grande mano in tal senso, dal momento che ci sono numerose novità proposte negli ultimi anni che sembrano rivoluzionarie. È chiaro che l’evoluzione che stanno avendo tanti prodotti digitali riguarda anche altri ambiti, come ad esempio quello dell’intrattenimento sul web, che permette a tante persone di divertirsi con il bingo online e con tantissimi altri giochi molto semplicemente usando il proprio smartphone o tablet in qualunque posto si trovino.

Le caratteristiche delle case del futuro

Dando uno sguardo a quelli che sono i principali trend del momento, sia dal punto di vista dell’ambiente che della tecnologia, si può avere un’idea di base di come potrebbero svilupparsi le case che verranno abitate dall’umanità in futuro.

Le tematiche di sostenibilità e avanguardia tecnologica emergono in maniera piuttosto netta. Nel corso degli ultimi anni, l’attenzione verso ciò che ci circonda è sicuramente aumentata, e di pari passo è cresciuta anche la sensibilità di un numero sempre maggiore di persone nei confronti di queste tematiche e della riduzione dei consumi energetici.

È abbastanza facile intuire come le case del futuro saranno caratterizzate da un massiccio ricorso alla bioedilizia, come testimoniato dall’attività di tante startup, e all’architettura sostenibile. Non stiamo parlando certamente di novità, ma in ogni caso negli ultimi anni questi due settori stanno vivendo un rilancio importantissimo, proprio per via del sempre crescente interesse nei confronti delle problematiche ambientali.

Emergono, in tal senso, i principi dell’architettura bioclimatica. In tal senso, va registrato una sorta di ritorno al passato, inteso come una grande attenzione nei confronti dell’esposizione di aperture e strutture varie, con un occhio di riguardo rispetto ai volumi, così come alle superfici in vetro e a tutti quei meccanismi naturali che possono senz’altro favorire sia l’illuminazione che la ventilazione.

Energia rinnovabile

Il fatto di consumare un quantitativo ridotto di energia rappresenta certamente una delle caratteristiche che faranno parte delle case del futuro, e l’obiettivo di conseguenza è sempre quello di impattare il meno possibile sull’ambiente.

Quindi, tra le varie energie alternative, il solare termico, le biomasse, la cui energia vale fino a 280 milioni all’anno, l’eolico e il fotovoltaico faranno necessariamente parte delle case del futuro. L’evoluzione tecnologica, tra l’altro, spinge sempre di più nella direzione di realizzare degli impianti dotati di un grado di flessibilità senza ombra di dubbio maggiore in confronto alle esigenze degli utenti, oltre ad essere molto più accessibili dal punto di vista prettamente economico.

Inoltre, per spingere sempre di più verso l’autoconsumo, si sta puntando con frequenza sempre maggiore anche sui sistemi di accumulo e sulle batterie. Il fatto che si stiano diffondendo sempre di più delle comunità energetiche è un primo segnale di come verrà modificata completamente l’impalcatura dell’approvvigionamento energetico.

Come si può facilmente intuire, oltre ad avere un occhio di riguardo verso l’ambiente, le case del futuro saranno inevitabilmente ricche di tecnologia. Tra domotica e il concetto di smart home, sono sempre di più le soluzioni e i prodotti digitali e innovativi, soprattutto in termini di automazione e di intelligenza domestica, che vanno a semplificare la vita domestica di tutti i giorni.

Quindi, in definitiva, il primo concetto base sarà quello della sicurezza, con la scelta di materiali che siano in grado di rilasciare un basso impatto di emissioni nocive, riducendo al massimo le sostanze tossiche disperse nell’ambiente. Altri due concetti fondamentali saranno comfort ed efficienza. Il primo inteso anche comfort luminoso, acustico e sotto tanti altri aspetti, il secondo elemento sarà importantissimo per ridurre i costi di gestione e anche l’impatto sul pianeta.